Festa della Patata

Festa della Patata

Festa della Patata di Martinengo

Domenica 16 settembre 2018 torna l’annuale appuntamento con la “Festa della Patata” di Martinengo con show coking e degustazione di piatti preparati dal rinomato chef Chicco Coria
 

Domenica 16 settembre 2018  torna l’appuntamento con la “Festa della Patata” di Martinengo che richiama ogni anno visitatori e buongustai da tutta la bergamasca e oltre.
La festa, giunta alla sua XVI edizione, vedrà un gustoso programma per promuovere il famoso prodotto De.Co. che unirà produzioni tipiche enogastronomiche e tradizioni storiche e folcloristiche.

Dalle ore 8 alle ore 18 sotto i portici martinenghesi (centro storico) occasione unica per poter acquistare direttamente dai produttori locali il famoso prodotto dalla caratteristica polpa di color bianco o leggermente giallo dalla proprietà davvero speciali. Un tempo la sua coltivazione era così diffusa da caratterizzarne gli abitanti con il soprannome “i Patatù de Martineng”. Oltre ai produttori di patate saranno presenti anche altri prodotti tipici come formaggi e salumi, marmellate, pane, olio, miele, birra, vino e altre prelibatezze del nostro territorio. Parola d’ordine: gusto e qualità!

Dalle 10.30 show cooking con presentazione delle caratteristiche della patata in cucina: ”Dalla produzione, alla trasformazione, al consumatore”, a cura dello chef Chicco Coria che spiegherà il miglior utilizzo della Patata di Martinengo e suggerirà preziose ricette e consigli ai presenti. Per tutta la giornata si potranno degustare i piatti preparati dallo stesso Coria, accompagnandolo con un buon bicchiere di vino o della birra artigianale.

Ad arricchire la giornata ci saranno alcune attività davvero imperdibili per tutte le età: alle ore 15, una visita guidata gratuita ai siti e ai monumenti storici di Martinengo (con ritrovo davanti all’infopoint Pro Loco Martinengo in via Allegreni, 29) mentre alle 16, la sfilata storica in costumi medievali a cura del Gruppo Folcloristico Bartolomeo Colleoni che si concluderà con coinvolgenti balletti in piazza. Per tutti i bambini l’appuntamento è alle ore 15 nel Filandone (via Allegreni, 37) con lo spettacolo per bambini dal titolo “Pastoce” di Alberto di Monaco.
Su prenotazione, in tutti i ristoranti che aderiscono alla manifestazione, sarà possibile degustare menù a base di patata per tutto il periodo autunnale, essendo il tubero martinenghese una produzione di nicchia e limitata nel tempo.

 

Per visualizzare la locandina clicca qui

Per tutte le info:
Tel. 0363 988336 lun-sab dalle 8.30 alle 12.30
mail: info@martinengo.org
www.martinengo.org

 

DICONO DI LEI…

“La Patata di Martinengo è un prodotto di nicchia da valorizzare. Un tempo era largamente coltivata su tutto il territorio comunale, tanto da caratterizzarne gli abitanti con il soprannome “i Patatù de Martineng”, oggi riscoprendo e valorizzando la tradizione, si propone come valida opportunità di differenziazione della produzione e del reddito agricolo. 
La “Patata di Martinengo“ è un tubero a pasta bianca, le varietà utilizzabili per le produzioni a marchio devono essere riconducibili per caratteristiche morfologiche e organolettiche alla tipologia tradizionale, coltivata nel territorio comunale di Martinengo, la varietà Kennebec.
Sono ammesse le varietà che rispettano le seguenti caratteristiche di tipicità. Tuberi grossi, di forma tondo-ovale, buccia gialla o giallognola con superficie liscia e occhi superficiali. La polpa deve essere di colore bianco o leggermente giallo, di consistenza media, il contenuto in sostanza secca può essere medio o medio basso in funzione delle diverse varietà.
Dal punto di vista morfologico le piante devono avere uno sviluppo vegetativo rigoglioso con foglie grandi di colore verde intenso. La precocità di maturazione è variabile da precoce a mediotardiva, in funzione delle varietà. L’utilizzo culinario tradizionale è prevalentemente quello della cottura a vapore, al forno e per produzione di gnocchi. Le eccelse qualità organolettiche di questa patata derivano dal connubio tra microclima e terreno propri del Comune di Martinengo”

Dott. Agronomo Maurizio Vittori