Casa del Capitano

Casa del Capitano MartinengoQuella che oggi viene ricordata come la dimora occasionale di Bartolomeo Colleoni, è in realtà una rocca costruita nel XIV secolo dai Visconti a fortificazione della cinta muraria.

La fortezza, addossata alle mura ed in prossimità della Porta del Tombino ( oggi Porta Garibaldi), serviva da punto d’avvistamento e a controllo della porta vicina. Il Colleoni decise poi di riutilizzare la struttura come ospizio per viandanti e in seguito come sua abitazione privata. Insieme alla rocca, durante la dominazione milanese, ci sono state altre opere di fortificazione: la costruzione di sedici torresini lungo il perimetro murario e costruzione di un terrapieno  con mattoni e ciottoli, posto davanti alle mura.

Esistevano inoltre tre fossati esterni, il Fossatus Communis, il Refossum e la Circhia. I primi due erano contigui all’abitato ed il terzo era invece più distanziato nel territorio.

Il Fossatus Communis è stato in seguito rimaneggiato da Bartolomeo Colleoni, che ha allargato l’alveo, tanto da essere oggi conosciuto con il nome di Vallo Colleonesco. 

 

Per arrivare alla Casa del Capitano: