Visita alla mostra “Quando l’Italia disegnava il mondo” con la Pro Loco

Visita alla mostra “Quando l’Italia disegnava il mondo” con la Pro Loco

 

In visita alla mostra:

“Quando l’Italia disegnava il mondo”

Tesori cartografici del Rinascimento

 

 

Sabato 9 luglio la Pro Loco di Martinengo ha organizzato una visita guidata alla speciale mostra in corso al palazzo del Podestà e a seguire al rinomato Campanone in città alta a Bergamo, per poi chiudere la serata con una gustosa pizzata: un modo per scoprire e riscoprire luoghi e opportunità vicini a noi ma spesso trascurati. Pensate che per molti è stata la prima volta! E voi, siete mai saliti sul Campanone, meta ambita da molti turisti e stranieri?

Ma torniamo alla mostra: “Quando l’Italia disegnava il mondo” è stata allestita per celebrare l’abilità di cartografi, stampatori e incisori italiani del Cinquecento, alla scoperta del Mondo Nuovo attraverso rari e preziosi capolavori dell’Italia del Rinascimento. Un viaggio attraverso terre appena scoperte ed altre credute esistenti, tra mostri marini, animali misteriosi, spezie preziose e ricchezze da conquistare. Si narra di un’epoca in cui l’Italia aveva un primato riconosciuto a livello internazionale: la creazione di carte geografiche, veri e propri strumenti di conoscenza con tutte le caratteristiche di autentiche opere d’arte. Il Museo – attraverso l’esposizione di oltre 70 carte e rari esemplari di libri antichi – offre al visitatore le coordinate per capire i grandi cambiamenti culturali e tecnici, di cui l’Italia del XVI secolo è senza ombra di dubbio la principale interprete e protagonista.

Era un’occasione unica che la Pro Loco di Martinengo non poteva farsi scappare: con un appassionato gruppo di 21 persone, accompagnati dall’abile guida della Fondazione Bergamo nella Storia, dott.ssa Lia Corna, abbiamo visitato la suggestiva mostra, unitamente alla visita del Campanone con la vista mozzafiato su tutta Bergamo. Dopo la piacevole visita, è venuto il momento di una pizza in compagnia presso il Circolino in città Alta. Una location dove è stato possibile rifocillarsi all’ombra di un berceau in ferro battuto in un tranquillo giardino, gustando una pizza in compagnia. Un giornata ricca, all’insegna della cultura, della buona cucina e dell’ottima compagnia. Un’esperienza assolutamente da ripetere.

 

Guarda la fotogallery